web statistics

subscribe: Posts | Comments

Costruzione di una scuola materna a Kagnarou

0 comments

Dopo aver portato a termine con successo una serie di progetti in campo agricolo, di approvvigionamento idrico e di ristrutturazione di strutture costruite in passato, la CEU ha deciso di concentrare parte delle attività per l’anno 2020 e il 2021 nella costruzione di un edificio scolastico.

Si tratta del progetto per una scuola materna nel villaggio di Kagnarou, in Senegal, che potrà ospitare fino a 120 bambini di età compresa tra i 3 e i 6 anni.

Il villaggio di Kagnarou si trova nel nord della Casamance, non lontano dalla frontiera con il Gambia. Il villaggio fa parte del comune di Sindian, in un’area che è stata particolarmente toccata dall’instabilità politica della fine del secolo scorso, protrattasi fino alla fine del primo decennio degli anni 2000. La Regione di Sindian è stata accusata per anni di ospitare cellule del movimento indipendentista della Casamance ed è stata teatro di molti atti di banditismo.  Per questo motivo e a causa della diffidenza delle istituzioni nazionali ancora presente oggi, gli investimenti dello stato Senegalese nella regione sono stati molto scarsi. Per questo la CEU da anni è particolarmente impegnata nella regione con progetti di cooperazione allo sviluppo.

Kagnarou ha una popolazione stimata di circa 2’500 abitanti che vivono in diversi piccoli quartieri anche distanti qualche chilometro tra di loro.

Sul territorio del villaggio oggi sono presenti una scuola media che serve anche altri villaggi vicini e una scuola elementare frequentata da 368 studenti. Una scuola dell’infanzia trova oggi sede nella struttura della scuola elementare. Quasi cento bambini di età diversa sono stipati in pochi metri quadrati senza arredo adatto alla loro età. Questa evidentemente non è una situazione accettabile per i bambini e priva inoltre gli allievi della scuola elementare di un’aula di classe.

Promotore locale del progetto è la Union pour le développement de Kagnarou (UDK). Nata nel 1988 come “Congrés de Kagnarou” e in seguito rinominata UDK, è un’organizzazione federativa di tutte le popolazioni del villaggio e ha come missione la promozione e l’implementazione di progetti per lo sviluppo del villaggio. Dalla sua creazione l’UDK ha favorito e promosso la costruzione di diverse strutture ancora oggi presenti sul territorio come un poste de santé, una moschea, un centro culturale e giovanile, le prime aule di classe delle locali scuole medie e la messa in loco dei pali per l’elettrificazione del villaggio.

Il GIE si è fatto portavoce della popolazione intera del villaggio che sente la necessità di una struttura adeguata e sicura per l’educazione prescolastica dei propri bambini.

La costruzione del complesso prescolastico sarà affidata, come per i precedenti progetti, al GIE Yuley con il quale la CEU collabora da anni. Il progetto prevede la partecipazione attiva della popolazione del villaggio di Kagnarou che metterà a diposizione manodopera non qualificata sul cantiere e l’approvvigionamento di quest’ultimo in sabbia, acqua e legname. Inoltre le maestranze impiegate sul cantiere verranno ospitate con vitto e alloggio dalla popolazione del villaggio.

Il progetto architettonico si basa su una tipologia già usata dalla CEU in vari progetti di costruzione di asili o scuole edificati negli ultimi anni e prevede degli spazi amministrativi, una biblioteca, uno spazio di incontro comunitario, tre aule di classe, servizi igienici e una grande corte esterna attrezzata con giochi e alberata. Sarà inoltre possibile un’espansione degli spazi fino a cinque aule di classe nel caso dovesse cambiare la demografia del villaggio.

Le strutture saranno costruite con mattoni di terra cruda prodotti con una macchina manuale. Questa pressa permette di confezionare mattoni di argilla con un basso contenuto di cemento ma con elevate capacità portanti. Il mattone con due grandi fori consente di costruire muri portanti con l’introduzione, quando necessario, di ferri d’armatura in acciaio e cemento a formare una muratura mista di mattoni di argilla con cemento armato. I mattoni si “incastrano” uno sull’altro come dei mattoncini Lego permettendo l’elevazione di muri senza bisogno di malta di posa tra i mattoni ma il semplice uso di una piccola quantità di colla a base cementizia.

L’investimento complessivo per la costruzione del nuovo asilo di circa 1’000 mc è preventivato a CHF 128’045.- .

Lo scorso mese di giugno il progetto era stato presentato alla FOSIT per partecipare al bando di concorso indetto dalla DSC (Direzione dello sviluppo e della cooperazione) ed è stato premiato con la concessione del credito massimo (il 50% dell’importo totale dell’investimento) di quasi CHF 60’000.- .

La FOSIT, oltre a gestire i bandi federali, cantonali e di vari comuni, da qualche anno si occupa di anche di gestire finanziamenti di fondazioni private. Tra queste, figura anche la Fondazione Adiuvare, alla quale la FOSIT ha proposto il nostro dossier assieme a progetti di altre ONG.

Adiuvare ha apprezzato il nostro progetto e ha deciso di finanziare l’altro 50% dell’investimento previsto per la costruzione dell’asilo. Ricordiamo che la Fondazione Adiuvare ha già finanziato due recentissimi progetti di risanamento dei dispensari maternità di Mampalago e Boureck con CHF 18’670.-.

Siamo quindi felici di poter cominciare i lavori di costruzione dell’asilo di Kagnarou con un finanziamento al 100% non appena le condizioni meteorologiche lo permetteranno (la stagione delle piogge solitamente termina a settembre) e che dovrebbero protrarsi durante tutto il prossimo anno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.